Michael... l'essere umano

Il posto migliore dove mettere in discussione il re del pop, opinioni e dibattiti su tutto quello che riguarda Michael Jackson, la sua arte e la sua vita privata, insomma qualunque cosa lo riguardi, qui ne puoi parlare.
L
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 1188
Iscritto il: 19 ottobre 2008, 16:08

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da L » 13 aprile 2012, 21:21

Quello che segue è un racconto della Bodyguard di MJ:Michael La Perruque

“ Un pomeriggio ho dovuto accompagnare Michael a Santa Monica per una visita medica . Mentre il pomeriggio ormai diventava sera, il medico decise che Michael avrebbe dovuto passare la notte nel suo studio in modo che l’infermiera potesse monitorarlo tutta la notte. Intorno alle 19:00, Michael mi disse di ritornare in albergo nel caso i suoi figli avessero avuto bisogno di qualcosa. Intorno alle 23:00 di quella stessa sera, ricevetti una telefonata di Michael che mi diceva che era veramente annoiato e mi chiedeva di portargli delle riviste. Michael amava le riviste, gli piaceva leggere e guardare le immagini. La sua preferita era Robb Report, con tutte le immagini di giocattoli lussuosi. Quindi, svegliai Kato, l’autista della limousine, il ragazzo cinese, vi ricordate di lui, no? E gli dissi di accompagnarmi in un negozio che era aperto anche la notte che vendeva riviste. Quando arrivai al negozio comprai una dozzina di riviste. Riviste su grandi e belle case, riviste di moda e di musica. Presi tutto quello che pensavo potesse essere di suo interesse. Dopo aver camminato lungo il corridoio dedicato ai giocattoli per andare verso il registratore di cassa, vidi un orsacchiotto marrone chiaro. Pensai che fosse molto carino e pensai che fosse stata una sorta di gag portargli un orsacchiotto così lo comprai e lo misi in un sacchetto di carta marrone. Allo studio medico diedi a Michael tutte le riviste che avevo comprato. Sembrava soddisfatto delle mie scelte, mi ringraziò per avergliele comprate e per avergliele subito portate. Mentre stavo per andarmene gli diedi il sacchetto di carta marrone che conteneva l'orsacchiotto e gli dissi, " tieni questo, ti terrà compagnia nel caso in cui ti sentissi solo stanotte.” Dopo gli diedi la buonanotte e gli dissi che sarei stato lì la mattina successiva. Mi disse buonanotte, ma non aprì il sacchetto.
Il giorno dopo arrivai allo studio medico verso le 9 del mattino e dissi all’infermiera che ero lì per prendere Michael. Lei mi rispose che Michael sarebbe stato pronto in un paio di minuti e che sarebbe arrivato a breve. Feci il mio solito “controllo della sicurezza” intorno a me in modo da essere sicuri che non c’erano in giro telecamere e paparazzi. La porta si aprì e Michael venne fuori sorridendo. Gli sorrisi e lui disse: “ Buongiorno Mike”. Mentre lo salutavo anche io, vidi che tra le sue mani, stretto al petto, aveva l’orsacchiotto che gli avevo regalato. Era l’unica cosa che stava portando con lui, aveva lasciato lì tutte le riviste. Nella limousine notai che teneva stretto a sé l’orsacchiotto e che non lo lasciò mai.
Quindi, questa è la storia dell’orsetto di peluche. Spero non sia stata troppo noiosa. A me ha fatto capire quanto fosse sensibile e come apprezzava i piccoli gesti. Non abbiamo mai parlato dell’orsacchiotto. Non ho mai condiviso questa storia (se non ricordo male) con chiunque altro. Avete il mio permesso di condividere questa storia con tutti i vostri amici e gli altri fans, come volete!!
Okay, questo è tutto per ora – vi auguro il meglio.
Vi abbraccio, Mike"

:)
OH BIIIMBIIIIIII.......

dorilis
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 5692
Iscritto il: 19 luglio 2006, 11:33

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da dorilis » 14 aprile 2012, 14:38

Bella la storia di LOREN RIDINGER. Non la conoscevo.
Grazie per averla postata, L.
"When all life is seen as divine, everyone grows wings" - Michael Jackson

sandy j.
Messaggi: 4
Iscritto il: 13 aprile 2012, 11:11

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da sandy j. » 14 aprile 2012, 22:19

Tenero Michael ...

L
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 1188
Iscritto il: 19 ottobre 2008, 16:08

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da L » 23 aprile 2012, 22:15

STORIA DAL SET DI SCREAM
"Io avrei dovuto farmi avanti con questa storia anni fa , è stato il mio piccolo segreto per troppo tempo, ma ora sto rompendo il mio silenzio e rendo pubblico il fatto che Michael Jackson ha tenuto anche la mia mano.

L'incidente ha avuto luogo agli Universal Studios durante le riprese del video musicale, Scream, interpretato da Michael e da sua sorella, Janet. Non tanto tempo prima di questo avevo incontrato Michael durante la produzione e le prove per il Dangerous tour.
Entrambi Mark Romanek, il direttore di Scream e Tom Foden, scenografo, sono perfezionisti intransigenti . Riguardo a questo particolare lavoro stavo collaborando con il dipartimento artistico ( chi si occupa della scenografia. silvia) guidato da Tom Foden.

Il video di Scream può essere il video più costoso mai fatto, credo che il budget totale di produzione era vicino agli 8,3 milioni di dollari. E posso dire che il budget destinato al dipartimento artistico era un bel pezzo, forse la metà. I set occuparono tre completi Stages agli Universal Studios di Los Angeles, con più di una dozzina di set su questi tre Stages . Una volta iniziate le riprese , il mio ruolo era come arredatore( sposta gli oggetti sul set.Silvia) , fondamentalmente ero il rappresentante del dipartimento artistico che resta sul set sempre come il 'volto' del dipartimento artistico. Per la stessa natura della posizione , l’arredatore ha stretta interazione con l’artista mentre è sul set. Questo era un lavoro pazzesco, non ci sono dubbi. Tre Stages, oltre una dozzina di sets, venti riprese al giorno.

Il primo giorno di riprese abbiamo avuto una chiamata alle 7 del mattino, tranne Michael che fu trattenuto fino a metà pomeriggio. Tra i capelli e il make-up, è potuto arrivare sul set alle 16:30 prima di poter incominciare. Divenne chiaro che le riprese nei successivi venti giorni sarebbero state di sera tardi. Era anche chiaro che a Michael piaceva in questo modo , vale a dire lavorare di notte.

Infine, abbiamo iniziato. Michael ha fatto il suo ingresso sul set e Mark gli ha spiegato la ripresa . Il primo filmato che giriamo con Michael è di lui che danza su uno dei molti piani bianchi visti durante il video. Michael trova la sua posizione, circa a sei piedi dalla fotocamera, fa un paio di mosse, poi riferisce che il pavimento (di linoleum bianco) era chiazzato. Mi muovo con i miei strumenti, una sottile lana di acciaio, uno straccio e un flacone spray con la 'pasta speciale' e passo il piano avanti e indietro. Mark esce da dietro la macchina fotografica, guarda il mio lavoro manuale e poi chiama Tom per farmi chiedere se non avevamo perso la lucentezza del piano rispetto a prima. Dico di no, do una rapida passata con lo spray della pasta speciale e si asciuga scintillando. Quando mi alzo dalla mia posizione inginocchiata Michael mi sta sorridendo e dice: "Mi ricordo di te dalle prove del tour". Dico, " E’ vero", e lui mi chiede come stanno i miei figli, dico, " Alla grande." E poi tutto è tornato alla normalità, Michael fa il suo pezzo e tutto a posto come buon inizio .

Come previsto, la chiamata del team è passata dalle 7 del mattino alle ore 16 e abbiamo lavorato ogni sera fino alle 4-6 del mattino. Nelle ultime ore dell ‘ultima notte di riprese, ci siamo trasferiti sul set 'Zen'. Questo era, l’ultimo giorno, l’ultimo set, le ultime serie di scatti. Il dipartimento artistico aveva sistemato con le rifiniture il set prima che Michael prendesse il suo posto sul podio zen al centro del set. Michael quando gli è stato chiesto ha commentato quanto era bello il set a guardarlo. Lui era molto rilassato ed era evidente che si divertiva a stare seduto nel bel mezzo di questo tempio temporaneo.

Quando Mark mi ha chiamato per tagliare un pezzo di soffitto , ho preso un scala da dodici pioli , sono salito e ho cominciato a segare il pezzo . In un momento sfortunato la sega portatile è sbalzata indietro e mi sono amputato un terzo del mio dito anulare sinistro. Senza dire una parola, ho preso lo straccio nella mia tasca posteriore e ho avvolto il mio dito, sono sceso dalla scala e sono uscito dal set. Passando davanti a Tom gli ho mostrato quello che era successo. Tom mi ha scortato al bordo del palco e sistemato a terra. Non è passato molto che un’intera troup di corpi troneggiavano a semicerchio intorno a me guardandomi. Un unione di giovanotti che masticavano cicca alle 3 del mattino.

Improvvisamente la folla si è messa da parte e Michael è apparso è rimasto in piedi un attimo fermo poi si è appoggiato a me guardando in basso. Ha esaminato la mia mano sinistra che tenevo in aria e poi mi ha guardato . Dopo di che si è inginocchiato sul mio lato destro e a preso la mia mano destra tenendola nella sua. Poi mi ha guardato dritto negli occhi e mi ha detto come gli dispiaceva e continuava a ripetere che gli dispiaceva , aveva le lacrime agli occhi e mi ha tenuto la mano fino a che non è arrivata l’ambulanza che mi ha portato via .

La settimana successiva quando ero a casa per recuperare iniziarono ad arrivare doni da Michael e Janet, di buon gusto e di moda , come grandi saponi, un accappatoio, incenso e un biglietto. Comunque , questa è la mia storia. Michael Jackson ha tenuto anche la mia mano. Michael se leggi questo grazie per esserti preso cura di me.
OH BIIIMBIIIIIII.......

L
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 1188
Iscritto il: 19 ottobre 2008, 16:08

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da L » 24 aprile 2012, 8:27

Jimmy Jam parla di come è stato lavorare con Michael in Scream nel 1995. ~ Michael è stato sorprendente. Non posso pensare a un ...momento in studio che ci abbia soffiato via più della prima volta che lui ha avuto un microfono davanti per "Scream". Lui è stato davvero divertente. Prima di tutto, quando abbiamo messo insieme quella traccia, sono riuscito ad avere Janet qui che è venuta da Minneapolis. Le ho detto, "bisogna che tu sia qui per l’ ispirazione". Così Terry e io abbiamo messo insieme quattro o cinque diverse tracce, e per uno dei brani, Janet ha detto, " Spero che a lui non piaccia questo, perché lo voglio per me". E per un'altra delle tracce, disse: "Questo è quello che gli piacerà, conosco mio fratello". Così andiamo al Hit Factory di New York. Abbiamo suonato tutti questi brani, e quando la traccia, che poi è diventata "Scream" è arrivata, ha detto, "Yeah questa mi piace." E Janet ha detto, "Te l’ ho detto che è quella che gli sarebbe piaciuta! Sono così felice che non gli piaccia quell’altra traccia" Bene, l’altra traccia ha finito per essere "Runaway", il singolo sul suo Design of Decade. In realtà pensavo che la traccia sarebbe stato un grande duetto per loro, ma Michael voleva essere realmente aggressivo e realmente duro. Aveva cose nella sua mente su come si sentiva che l’avrebbe trattata in stampa. E la traccia per "Scream" era sonoricamente perfetta per quello che voleva fare liricamente. Quando andò in studio, l'idea era che stava andando a cantarla per primo e poi Janet sarebbe andata e avrebbe cantato dopo di lui. Così Janet si è seduta lì, io e Terry ci siamo seduti lì, e Michael è entrato. Prima di cantare , era calmo e tranquillo, "Potete alzare le cuffie un po’? " Poi all'improvviso la musica è partita e lui inizia a ballare intorno alla stanza, facendo tutte le sue classiche mosse. Lui indossava un braccialetto o qualcosa mentre batteva le mani — si suppone che in realtà non si dovrebbe fare quando sei al microfono , ma non importava. Quando era finita, giuro su Dio, c’è stato solo silenzio nella stanza. Lui ha detto, "Come era?" e noi abbiamo detto come, "Yeeeh , suonava veramente bene." E mi girai e guardai Janet e che mi disse , "Mi sa che farò il mio pezzo vocale a Minneapolis." E ' stato come dire "Non vado ora a fare il mio pezzo vocale." Ovviamente lui lo aveva appena ucciso, giusto? [ndr ride ] Così siamo andati a Minneapolis con Janet, dove lei ha fatto un grande lavoro sul pezzo vocale . Noi lo abbiamo inviato a Michael e lui ha detto "Wow, Janet suona alla grande. Dove avete fatto questa registrazione vocale?" Gli ho detto che eravamo a Minneapolis. "Vengo a Minneapolis". Così Michael è venuto a Minneapolis a ri-registrare la voce ed è stato un vero assaggio della sua natura competitiva. Non importava che era sua sorella. E ' stato proprio come, "No, devo rifarla. Lei ha fatto la sua , io devo rifarla.” È stata semplicemente pazzesca la sua competitività anche con sua sorella. Ma era per avere la perfezione. E la voce originale che ha fatto a New York ha finito per essere probabilmente il 90 per cento della voce nel brano finale. - E’ piuttosto singolare che hai avuto l'opportunità di lavorare sia con Prince che con Michael Jackson. ~ Si è stato grande lavorare con Prince e con Michael , erano poli opposti nel modo di lavorare. Prince sarebbe arrivato all’inizio della giornata e andato via alla fine della giornata stessa con avrebbe "1999," fatto. Con Michael, avremmo speso una giornata solo sul volume del battimani. Voglio dire, letteralmente. E noi lo alzavamo e lui "Va bene, tornerò domani e la ascoltiamo ancora una volta". Si tornava il giono dopo e diceva "Possiamo alzarlo ancora un po’ di più?" Sì, lo alziamo "Okay, fatemi un nastro." Va bene. "Tornerò domani e lo ascoltiamo di nuovo". Voglio dire, è stato letteralmente così. Ma si sa ha imparato da persone come Quincy Jones, persone che sono state molto meticolose su ciò che hanno fatto. - Come era Michael come a livello personale? Michael era sposato con Lisa Marie Presley al momento che stavamo lavorando con lui. E mi ricordo che mia moglie chiese a Lisa che cosa l’attraeva di Michael. Lei ha guardato mia moglie e ha detto, "È l'uomo più gentile che ho mai conosciuto". E mi ricordo che ho pensato di lui la stessa cosa dopo aver lavorato con lui. Un tipo carino. Questo mi fa ricordare che usavamo fare queste lunghe conversazioni. E Michael catturava tutto quello che c’era nel mio cervello, era sempre curioso di sapere tutto. Mi ha detto, "Jimmy, come desidereresti essere ricordato?" Gli ho chiesto che cosa voleva dire. "Quando le persone parleranno di te quando te ne sarai andato come ti piacerebbe che ti ricordassero?” gli ho detto "Voglio essere ricordato come un bravo ragazzo." Michael disse , "No, voglio dire, come produttore, quante canzoni numero uno hai avuto," sai, qualunque cosa, qualunque sia. Gli ho detto , "Michael, queste sono statistiche. Non voglio che qualcuno dica "Oh sì, quel Jimmy Jam, che aveva un sacco di numeri uno nelle hits ' Voglio solo che dicano "Jimmy Jam, lui era un ragazzo carino"." Andando velocemente ad un anno più tardi . avevamo bisogno di selezionare un campione lui era l’unico che poteva farlo e ho finito per chiamare lui direttamente. Gli ho detto , "Michael, come stai?" e lui ha detto, "Sto bene . So che vuoi chiedermi qualcosa ma prima devo dirti io qualcosa!” Ho detto certo. Lui mi ha detto, "Ricordi quello che hai detto su come desideravi essere ricordato?" gli ho risposto di sì. "Bene, ogni volta che qualcuno mi chiede di te, io dico ' Jimmy Jam, lui è il ragazzo più carino ." " E ho detto, "Grande! Lo fai ora, Michael?" E lui ha detto, "Lo faccio assolutamente." Alla fine della giornata , dopo tutto il talento e tutto il materiale innovativo che faceva , lui era semplicemente un ragazzo carino . Lui è stato un delle più belle persone che abbia mai incontrato e lavorato insieme.
OH BIIIMBIIIIIII.......

L
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 1188
Iscritto il: 19 ottobre 2008, 16:08

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da L » 6 maggio 2012, 19:37

OH BIIIMBIIIIIII.......

Samy
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 1989
Iscritto il: 11 luglio 2006, 20:49
Località: Bardolino - Vr

R: Michael... l'essere umano

Messaggio da Samy » 6 maggio 2012, 21:20

Si legge benissimo e ti ringrazio di averlo postato... E visto ché alla fine dice "condividete questa storia con chiunque potete", l ho condivisa su fb.

Inviato dal mio GT-I5800 usando Tapatalk

Samy
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 1989
Iscritto il: 11 luglio 2006, 20:49
Località: Bardolino - Vr

R: Michael... l'essere umano

Messaggio da Samy » 6 maggio 2012, 21:25

Era tanto tempo ché non entravo in questo topic... Dio mio quante emozioni... Michael con l orsetto <3

Inviato dal mio GT-I5800 usando Tapatalk

dorilis
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 5692
Iscritto il: 19 luglio 2006, 11:33

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da dorilis » 21 maggio 2012, 19:03

Il pane di Michael
Una storia di Elias Kifle Marain Beyene. Djibouti, Africa orientale.

"Non scorderò mai Michael Jackson perché il suo contributo con la canzone We Are The World ebbe un effetto significativo nella mia vita. Ora ho 50 anni ma 25 anni fa vivevo in Addis Abeba, Etiopia, che in quel momento stava avendo una lunga siccità e si soffriva la fame.

Era una situazione terribile. Molta gente si ammalò e molta altra morì. Circa un milione di persone morirono a causa della fame. Nel 1984, Michael Jackson insieme ad altri grandi artisti fecero la canzone We Are The World per raccogliere fondi per l'Africa.

Jackson era un'icona in Africa. Ricevemmo molti aiuti dal mondo e io fui uno di quelli che ne beneficiò direttamente. La farina bianca che venne distribuita tra le vittime della fame era differente da quella che compravamo normalmente al mercato.

Facemmo del pane con quella farina. La gente locale lo chiamava come il grande artista e iniziò ad essere conosciuto come il Pane di Michael. Era soave e delizioso. Quando attraversi dei momenti così difficili, non si dimentica un evento come quello.

Se parli con qualcuno che all'epoca stava in Addis Abeba, saprà dire che cosa era il Pane di Michael e io lo ricorderò per il resto della mia vita".

fonte: http://mjhideout.com/forum/labor-humani ... kifle.html
"When all life is seen as divine, everyone grows wings" - Michael Jackson

Avatar utente
[MICHAEL]
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 9925
Iscritto il: 10 luglio 2006, 15:59
Contatta:

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da [MICHAEL] » 3 luglio 2012, 16:14

bello il "pane di Michael". 8)

Daniele/MMi

Samy
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 1989
Iscritto il: 11 luglio 2006, 20:49
Località: Bardolino - Vr

R: Michael... l'essere umano

Messaggio da Samy » 3 luglio 2012, 20:27

Se parli con qualcuno che all'epoca stava in Addis Abeba, saprà dire che cosa era il Pane di Michael e io lo ricorderò per il resto della mia vita".
Che meraviglia!


Inviato dal mio GT-I5800 usando Tapatalk

Avatar utente
[MICHAEL]
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 9925
Iscritto il: 10 luglio 2006, 15:59
Contatta:

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da [MICHAEL] » 16 novembre 2012, 12:09

mi viene in mente in particolare oggi... il 15 Novembre 2006 eravamo a Londra ai World Music Awards... sono passati 6 anni ma la magia è rimasta la stessa... purtroppo senza di lui...

Daniele/MMi

dorilis
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 5692
Iscritto il: 19 luglio 2006, 11:33

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da dorilis » 16 novembre 2012, 12:37

E' vero... mi ero dimenticata che era il 15 novembre 2006... l'ultima volta che ho visto Michael dal vivo.... Chi pensava, in quell'occasione, che meno di tre anni dopo sarebbe finito tutto? :-(
"When all life is seen as divine, everyone grows wings" - Michael Jackson

Avatar utente
historydav
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 4528
Iscritto il: 11 luglio 2006, 17:17
Località: Roma

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da historydav » 16 novembre 2012, 15:25

Idem...l'ultima volta visto dal vivo :cry: pensando a quei giorni mi emoziono ma sempre con un velo di tristezza che penso non andrà mai via :stop:
Nessuno ti capirà mai come lo hanno fatto i tuoi FANS
Michael Joseph Jackson 1958 - Forever

dorilis
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 5692
Iscritto il: 19 luglio 2006, 11:33

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da dorilis » 21 maggio 2013, 19:31

Michael e il bambino malato
Da un giornale del 1984

Molti fan di Michael Jackson aspettavano negli hotel e nei negozi durante il fine settimana, sperando di gettare un'occhiata allo schivo cantante, ma un bambino di 8 anni che soffre di tumore celebrale è riuscito a ottenere un invito speciale per conoscere la superstar.

Leroy Robinson, conosciuto tra gli amici come "Huggy" è stato portato da un'ambulanza dall'ospedale pediatrico al concerto di venerdì del Victory Tour e poi all'hotel di Jackson dopo lo spettacolo, nelle prime ore della mattina, per 10 minuti emozionanti.

"Tutti nella stanza, incluse le guardie del corpo, erano nervosi" ha detto Norman Winter, il capo delle pubbliche relazioni di Jackson. "Michael fa queste cose tutto il tempo, ma non credo di averlo mai visto così commosso da un bambino. E' un bambino molto speciale".

I promoter del concerto avevano dato a Leroy dei biglietti per il concerto del venerdì e avevano promesso alla sua famiglia un viaggio in limousine allo stadio e un incontro prima del concerto nel backstage. Tuttavia, a causa di un disguido con la limousine, Leroy, vestito alla Michael, è arrivato dieci minuti dopo l'inizio dello spettacolo e ha perso l'opportunità di conoscere il cantante.

Leroy era stato stanco e irritabile durante il viaggio, ma nel momento in cui un'infermiera ha sistemato il suo cuscino nel concerto, il suo comportamento è cambiato. "E' Michael. Non posso crederci. Sono realmente qui" ha detto.

La sua eccitazione è sparita in fretta quando il caldo e il rumore dello stadio hanno iniziato a dargli dolore alla testa. Proprio quando era pronto per andarsene in ambulanza, Winter ha inviato un messaggio nel quale diceva che Michael voleva conoscerlo nella sua stanza dell'hote, ha detto il dr. Richard Guy LeMere.

"Sa, è stato molto emozionante. Michael Jackson è stato molto sincero, parlando con il piccolo. Non è stato distante per niente" ha detto. Jackson ha firmato il guanto bianco di Lerey prima che il bambino e la sua famiglia se ne andassero. Il padre del bambini ha detto che Jackson ha chiesto alla famiglia di tenerlo informato sulle condizioni di Leroy. "Non l'ho mai visto più felice".

E dopo aver dormito la maggior parte della giornata del sabato, Leroy si è svegliato, ha mangiato due pancake e ne ha chiesti altri. "Sta realmente migliorando da quando ha visto Michael" ha detto suo padre. "Gli hanno tolto l'intravena dal braccio e gliela mettono solo per le medicine, e il suo spirito è molto migliorato".

Fonte: http://mjhideout.com/forum/labor-humani ... fermo.html
"When all life is seen as divine, everyone grows wings" - Michael Jackson

dorilis
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 5692
Iscritto il: 19 luglio 2006, 11:33

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da dorilis » 9 agosto 2013, 19:17

Bela Farkas: "Io so chi fu Michael Jackson e so che gli devo la vita"

Michael Jackson visitò l'Ungheria per la prima volta nell'agosto del 1994. Insieme alla moglie di allora, Lisa Marie Presley, arrivò alla capitale ungherese per filmare un trailer promozionale per il suo album HIStory. Il trailer andò avanti per alcuni giorni e tutta la città venne sconvolta. Dopo tutto, furono costretti a chiudere: il Palazzo Reale, il Ponte della Libertà e il Piazzale degli Eroi. L'agenda di Michael era completa, eppure Michael e Lisa trovarono il tempo per la beneficenza. Visitarono diversi ospedali pediatrici, incluso l'ospedale Beteshda appoggiato dalla Chiesa Riformata di Ungheria. Michael e Lisa arrivarono con un sacco di regali... Quasi immediatamente attirò la loro attenzione un bambino che stava camminando per il corridoio dell'ospedale. C'erano altri bambini, ma domandarono come mai quel bambino fosse così giallo. I medici gli spiegarono che Bela aveva una malattia congenita al fegato, che i genitori lo avevano abbandonato e che il bambino viveva fin dalla nascita in ospedale. La malattia era incurabile e solo un trapianto di fegato era l'unica opportunità nella sua vita. Tale operazione poteva essere fatta a Bruxelles e i medici ungheresi avevano concordato tutto, ma ancora non era stato ricevuto il denaro della Cassa di Assicurazione di Salute dello Stato per operarlo. Michael chiese: "Morirà?". Il medico rispose: "Sì." Quindi Michael disse, senza pensare: "Pagherò tutto io".
E Michael Jackson non solo lo promise. Pochi giorni dopo, Bela viaggiò fino in Belgio accompagnato dalla dottoressa Maria Acnes e l'infermiera Esther. Sei mesi più tardi, grazie all'intervento di MIchael, Bela incontrò il giusto donatore. Un adulto in stato di morte celebrale... L'operazione venne condotta dal professore bela Otte, l'11 marzo 1995 e fu seguita da cinque mesi di trattamento, e molti altri assegni nei successivi 9 anni.
Durante tutto questo tempo, la dottoressa Cser Maria Acnes rimase in comunicazione con Michael. Lei conosceva il numero di telefono di Michael, ma mai se ne vantò e mai lo utilizzò per scopi personali. Lo stato di Bela doveva essere comunicato personalmente a Michael o al suo team.
Quando la fruttuosa perazione terminò, Michael, in un aereo speciale, inviò a Bela un enorme orso di peluche a grandezza naturale. Oggi, la dottoressa Agnes, ricorda gli avvenimenti di quei giorni, con fiducia dice:
"Michael salvò la vita di Bela".
Presto o tardi, il denaro della Cassa di Assicurazione di Salute sarebbe arrivato, ma i paziente come Bela conducono una guerra contro il tempo perché nel corso della malattia epatica può prodursi un danno celebrale, incluso un grave ritardo mentale. Se il paziente rimane in vita, mano a mano che passa il tempo diminuiscono le possibilità di poter sfruttare di una vita piena. Bela è completamente sano e la dottoressa Agnes dice che è un cuoco.
In Belgio la dottoressa Agnes fu in grado di vedere da sola come funzionano i mezzi di comunicazione. Durante tutto il tempo che ha passato in Belgio, la dottoressa, l'infermiera e Bela si azzardarono a uscire per strada solo in estrema segretezza e precauzione, altrimenti sarebbero stati immediatamente attaccati da una grande quantità di giornalisti con telecamere. Bela era molto spaventato e spesso piangeva. Al suo lato, non c'era Michael Jackson. Ma il bambino era stato salvato da una famosa stella mondiale, e questo era sensazionale.
L'intervento fu talmente un successo che il giovane, ora di diciannove anni, è completamente curato. Ha cambiato il suo nome e non vuole stare nell'occhio pubblico.
Però torniamo brevemente al passato perché la riunione di Michael e Bela nel 1994 non fu l'ultima. Nel 1996 Michael Jackson andò a Budapest, questa volta per fare lì un concerto. Voleva veramente incontrarsi con Bela e voleva che il bambino fosse al concerto. Bela con la sua nuova famiglia (i padri adottivi del momento) vivevano in provincia, per cui Michael gli inviò una macchina e gli prenotò due stanze accanto alla sua nell'hotel Kempiski. Michael sapeva che quando Bela non stava completamente sano non poteva mangiare arachidi. Per cui, dopo aver saputo che il bambino stava bene, ordinò per la famiglia di Bela in ogni stanza un enorme piatto di queste noci saporite.
In quei giorni la dottoressa Maria Agnes poté parlare personalmente con Michael. Trascorsero molto tempo, più di un'ora parlando l'uno con l'altro. Per Maria non esisteva la barriera verbale perché visse per tanti anni in Inghilterra e conosceva perfettamente l'inglese. Michael e Bela si capivano senza parole. Parlando con Michael, la dottoressa poté vedere che era amabile, innocente e capace di sentimenti profondi e sinceri verso i bambini.
La dottoressa crede che la vita di Michael fu rovinata dal padre, dai mezzi di comunicazione e dai medici incompetenti che per somme favolose gli promisero che sarebbe stato bello e in salute. Nonostante ciò, questa promessa ha paralizzato non solo l'anima di Michael,m a anche la sua apparenza. Come molte altre persone la dottoressa di Bela è sicura che nessuno conobbe realmente Michael Jackson. La maggioranza delle persone lo usò per i loro propri fini egoistici, come quelli che accusarono Michael di essere un pedofilo.
La dottoressa Maria Agnes e Bela parlarono molto di Michael nel corso degli anni. La sua morte commosse profondamente entrambi, tanto che Bela si negò di dare interviste o partecipare a programmi. Attraverso il suo medico disse le seguenti parole ai giornalisti:
"Io so chi era Michael Jackson, e so che gli devo la vita".
In conclusione, la dottoressa Maria Agnes aggiunse: "In tutto il mondo, finalmente, la gente penserà a come maltrattarono ingiustamente un uomo che fece molto per tutti noi su questa terra"
E le sue parole continuando a essere pertinenti.

Della persona che ha tradotto l'articolo originale:
Quando stavo per terminare la traduzione di questo articolo, casualmente, trovai un documentario elaborato da uno dei canali televisivi ungheresi. Il filmato parla di due ragazzi. Uno è Bela Farkas, che ora ha quasi 20 anni ed è in salute. Il nome dell'altro ragazzo è Patrick e la sua storia sta cominciando. Patrick ha solo bisogno di un trapianto di fegato, come una volta ne ebbe bisogno Bela Farkas. La sua unica opportunità di guarire sarebbe che suo padre facesse da donatore. Un giovane che è disposto a fare qualsiasi cosa affinché il figlio stia bene. Ma questa famiglia ha esattamente lo stesso problema di Bela, gli mancano i soldi. La famiglia di Patrick è molto povera. A causa della malattia, Patrick non può andare a scuola e la madre non lavora perché qualcuno deve occuparsi di lui. Suo padre è l'unico sostegno economico della famiglia. Tuttavia, se si convertisse in un donatore per il figlio, insieme a lui dovrebbe passare molto tempo in ospedale e non potrebbe lavorare. I genitori di Patrick non sanno come fare per risolvere il problema.
Nel video ripetono in continuazione le due storie. Vediamo i volti, ansiosi, tristi, dei genitori di Patrick e Patrick, il cui volto non ha sorrisi. E vediamo Bela Farkas, la prima volta che incontrò Michael, dopo l'operazione e quando aveva dieci anni (sui pattini). E vediamo la dottoressa Maria Agnes, che parla con Bela e che dice che Bela chiama Michael suo amico. Una volta ancora, vediamo Patrick e i suoi gentiroi, che dicono che hanno la speranza che Patrick guarisca, come Bela... poi dopo le scene, queste parole: "Solo che Michael Jackson non esiste più"

Fonte: http://mjhideout.com/forum/enciclopedia ... -vida.html

Filmato: http://www.dailymotion.com/video/k2f9VE ... G?start=99
"When all life is seen as divine, everyone grows wings" - Michael Jackson

Avatar utente
[MICHAEL]
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 9925
Iscritto il: 10 luglio 2006, 15:59
Contatta:

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da [MICHAEL] » 31 gennaio 2014, 12:55

riporto su solo per ribadire a seguito della trasmissione MISTERO di ieri sera (30 Gennaio 2014)... a parte tutte le panzane dette alle quali poi Adam stesso ribadisce: "Finora fate conto che vi ho raccontato delle favole"... carino e interessante il fatto che più di una volta e ribadendone questa volta l'autenticità dell'affermazione, si sia detto ben chiaro come Michael fosse una esempio di generosità e bontà, un artista come nessun altro e come nessun altro impegnato a livello umanitario a favore dei più piccoli. 8-)

VIDEO MISTERO ITALIA 1: http://www.video.mediaset.it/video/mist ... morte.html

Daniele/MMi

Barbara/Saetta
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 3168
Iscritto il: 11 luglio 2006, 14:04
Località: Milano
Contatta:

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da Barbara/Saetta » 31 gennaio 2014, 15:25

E' sconcertante rendersi conto di quello che è permesso dire pubblicamente......in una TV seguita da migliaia di persone di ogni ceto.... che nella maggior parte non sanno assolutamente NULLA di Michael.....PAZZESCO!
Il fatto che questo signore alla fine dica di non tener conto delle sue favole non lo scagiona! :-( :-( :-(

Avatar utente
[MICHAEL]
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 9925
Iscritto il: 10 luglio 2006, 15:59
Contatta:

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da [MICHAEL] » 31 gennaio 2014, 15:28

E' sconcertante rendersi conto di quello che è permesso dire pubblicamente......in una TV seguita da migliaia di persone di ogni ceto.... che nella maggior parte non sanno assolutamente NULLA di Michael.....PAZZESCO!
Il fatto che questo signore alla fine dica di non tener conto delle sue favole non lo scagiona!
In un certo senso è vero... ma almeno qualche concetto positivo alla fine è stato rimarcato...

Daniele/MMi

Avatar utente
historydav
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 4528
Iscritto il: 11 luglio 2006, 17:17
Località: Roma

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da historydav » 1 febbraio 2014, 10:04

[MICHAEL] ha scritto:
E' sconcertante rendersi conto di quello che è permesso dire pubblicamente......in una TV seguita da migliaia di persone di ogni ceto.... che nella maggior parte non sanno assolutamente NULLA di Michael.....PAZZESCO!
Il fatto che questo signore alla fine dica di non tener conto delle sue favole non lo scagiona!
In un certo senso è vero... ma almeno qualche concetto positivo alla fine è stato rimarcato...

Daniele/MMi
C'è da dire che "Mistero" è una trasmissione scandalosa :-? , però quando parlano di Michael lo fanno sempre con parole belle e rimarcando sempre la sua bontà e generosità e questo è positivo.
Nessuno ti capirà mai come lo hanno fatto i tuoi FANS
Michael Joseph Jackson 1958 - Forever

Barbara/Saetta
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 3168
Iscritto il: 11 luglio 2006, 14:04
Località: Milano
Contatta:

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da Barbara/Saetta » 1 febbraio 2014, 11:27

Ma dai, cercate di essere logici.
Cosa ha detto di positivo?
Le solite cose ...che era bravo, buono...eccc....
Ma quante PUTTANATE ha detto prima?
Mettete un po' le cose sulla bilancia e poi pensate alla gente comune che non lo conosce.....cosa recepiranno?
Il furbetto si è salvato in corna.....
E' come dire che una è una puttana, ma poi aggiungere..non lo penso io...me l'hanno detto....

Poi analizziamo solo alcuni punti....
Il testi di Man in the mirror dovrebbe comunicare cosa? Ma se la canzone non è neppure sua....questo grande signor Mistero lo sa?
La Heal The World è la più grande opera di beneficenza dopo....ma se è stata chiusda per imbrogli!!!!!!

SAREBBE DA DENUNCIA !!!

Avatar utente
[MICHAEL]
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 9925
Iscritto il: 10 luglio 2006, 15:59
Contatta:

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da [MICHAEL] » 2 febbraio 2014, 13:26

Ma dai, cercate di essere logici.
Cosa ha detto di positivo?
Le solite cose ...che era bravo, buono...eccc....
Ma quante PUTTANATE ha detto prima?
Mettete un po' le cose sulla bilancia e poi pensate alla gente comune che non lo conosce.....cosa recepiranno?
Il furbetto si è salvato in corna.....
E' come dire che una è una puttana, ma poi aggiungere..non lo penso io...me l'hanno detto....

Poi analizziamo solo alcuni punti....
Il testi di Man in the mirror dovrebbe comunicare cosa? Ma se la canzone non è neppure sua....questo grande signor Mistero lo sa?
La Heal The World è la più grande opera di beneficenza dopo....ma se è stata chiusda per imbrogli!!!!!!

SAREBBE DA DENUNCIA !!!
si, di scemenze ne ha dette tante... tanto è vero che poi termina con la frase "fate conto che quello che vi ho detto finora sono favolette" quello che rimane è il rimarcare (anche fosse per audience) che comunque fosse un grande... La Heal The World all'inizio ha anche operato bene... negli anni poi sappiamo che fine abbia fatto... le intenzioni c'erano...

Daniele/MMI

Avatar utente
historydav
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 4528
Iscritto il: 11 luglio 2006, 17:17
Località: Roma

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da historydav » 8 febbraio 2014, 9:19

[MICHAEL] ha scritto: quello che rimane è il rimarcare (anche fosse per audience) che comunque fosse un grande...
Aggiungerei Grande Uomo ed è quello che conta adesso. Meglio dire "favolette" in positivo che in negativo e ti posso assicurare che il "non fan" ha percepito che Michael era una brava persona.
Poi quello che penso di Mistero l'ho già detto e lo ripeto:"Trasmissione spazzatura" ma questo è un altro discorso.
Nessuno ti capirà mai come lo hanno fatto i tuoi FANS
Michael Joseph Jackson 1958 - Forever

Avatar utente
SuzyBai
Messaggi: 1
Iscritto il: 31 marzo 2021, 16:49
Contatta:

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da SuzyBai » 31 marzo 2021, 16:59

Thanks for the info.

# Hi! welcome on board. Please use italian language here or use the appropriate english section. (Michael Jackson news in english).

Thank you.


Daniele/MMi

Bubbles
Utente certificato
Utente certificato
Messaggi: 795
Iscritto il: 28 febbraio 2008, 13:20
Località: Toscana
Contatta:

Re: Michael... l'essere umano

Messaggio da Bubbles » 24 ottobre 2021, 15:26

belle queste storie

Rispondi